contenuti della pagina
Monica Miselli
Nutrizionista Esperta in Naturopatia




Ricevo a Carpi - Poliambulatorio Privato Gamma - via Carlo Marx, 99
I miei articoli
01/01/2016, 17:59

peso, forma, natale, dietista, monica, miselli



Come-rimettersi-in-forma-dopo-i-peccati-di-gola-delle-festività-natalizie?-


 




Dopo i peccati di gola delle festività o come lo chiamo io dopo “il delirio alimentare” rimettersi in forma è un dovere che abbiamo verso il nostro corpo e la nostra mente. Perché come confermano gli ultimi studi di Nutrigenomica tutto ciò che mangiamo influenza l’espressione dei nostri geni e quindi come si costruisce il nostro corpo e la nostra salute. La Nutrigenomica è la scienza che studia come le molecole contenute nei cibi siano in grado di intervenire sul DNA, attivando alcuni geni o al contrario regolandoli negativamente. Cioè ci sono categorie di cibi naturali che aiutano i geni a lavorare in modo ottimale.
Tornando all’argomento “abbuffate” già durante le feste si può fare qualcosa senza aspettare che l’Epifania se le porti via. Ad esempio dopo il pranzo di Natale la cena può essere composta anche solo da una tisana depurativa o digestiva, oppure da un brodo di verdure.
Se invece è la cena ad essere abbondante non si deve mai rimanere digiuno il giorno stesso, ma il giorno dopo i pasti possono essere composti anche solo da verdure più un secondo leggero e gli spuntini possono essere fatti con frutta o tisane. Non si deve rimanere mai a digiuno il giorno stesso della cena abbondante perché si arriverebbe a cena troppo affamati e di conseguenza ci si butterebbe su antipasti, grissini e pane in attesa del primo piatto.
Ma se proprio arriviamo all’Epifania che i peccati di gola hanno avuto la meglio ci possiamo gestire in questo modo:
-    colazione sempre abbondante con cereali integrali e spremute di arance e melagrane (ricche di vitamina C e antiossidanti). Le arance, oltre alla preziosa vitamina C, contengono anche vitamina B e P ed altri sali minerali, e hanno un forte potere antiossidante.
-    spuntini a base di frutta come mele che sono composte per circa l’ 85% di acqua ed aiutano il nostro sistema immunitario grazie a sali minerali come fosforo, calcio, magnesio e vitamine A, B, PP, D ed E.
-    ad ogni pasto inserire verdura cotta e cruda di stagione (ad esempio i cavoli e i broccoli hanno proprietà disintossicanti e antitumorali che riescono a controbilanciare i danni del cibo spazzatura, finocchio che con le sue 9 Kcal/100g ha proprietà sgonfianti, digestive ed essendo molto ricco di fibre da molta sazietà)
-    una cena molto leggera (legumi, verdure e cereali integrali)
-    Anche se non è collegato all’alimentazione ma è certamente collegato al benessere, fondamentale è l’attività fisica, senza esagerare, specialmente se non si è abituati; sono sufficiente 20 minuti di passeggiata al giorno, specialmente dopo un pasto abondante.
-    Evitare salumi, affettati, fritti, formaggi grassi, alcol, dolci ipercalorici, cioccolato, cibo spazzatura…

Poi non dobbiamo dimenticare che il peso che si prende durante le feste non è mai tutto grasso, ma una grande quota è rappresentato da ritenzione di liquidi dovuta all’eccessivo consumo di carboidrati (panettoni, pandori, cioccolato, torte..) e sodio (patatine fritte, pop corn, salumi, salatini…) liquidi che si perdono abbastanza facilmente appena si ritorna all’alimentazione normale.

- Quali errori occorre evitare (penso ad esempio a digiuni drastici o pasti saltati)?
Pranzi e cene abbondati ricchi di grassi e proteine animali, panettoni, pandori, cioccolatini non si smaltiscono con digiuni drastici o di pasti saltati, anzi il nostro corpo in condizioni di digiuno mette in atto dei meccanismi di difesa per cui è più probabile che perda muscolo piuttosto che tessuto adiposo; per ritrovarsi dopo tanti sacrifici più grassi di prima. Io sconsiglio anche i pasti sostitutivi in quanto ricchi di proteine, coloranti, conservanti, additivi, zuccheri artificiali che andrebbero ad aggiungere tossine in un organismo che ne ha già abbastanza da gestire dopo le abbuffate Natalizie.
Sempre meglio la via della natura tanta verdura, frutta, cereali integrali, legumi, pesce, frutta secca e tanta acqua, lasciando al nostro organismo il giusto tempo per disintossicarsi e ricreare un equilibrio di salute e benessere.


-    La natura può correre in nostro aiuto? Consigli tisane depuranti o the verde da consumare durante la giornata?
Aiutarci con le tisane è un ottima soluzione, specie in inverno dove si è portati a bere meno.
Alla mattina appena svegli si potrebbe bere 1 bicchiere di acqua calda con ½ limone.
A metà mattina e metà pomeriggio in aggiunta agli spuntini si possono bere tisane depuranti, drenanti, dopo pranzo e cena si possono bere tisane digestive ed infine prima di dormire si possono bere tisane rilassanti. Quindi le occasioni per bere non mancano, basta volerlo.

Tisane depurative per perdere peso: le tisane dimagranti  
Le erbe che aiutano a perdere peso sono diverse in base alle con-cause che fanno ingrassare. Ci sono erbe che velocizzano il metabolismo (fucus, tè verde, caffeina di guaranà), erbe che agiscono da sciogli grassi e hanno azione drenante e depurativa (garcinia cambogia, carciofo, cardo mariano) ed erbe che combattono la fame nervosa, come griffonia e rodiola rosea.

Tisane depurative per problemi digestivi
Contro fenomeni da cattiva digestione come pancia gonfia, crampi, dolori di pancia e stomaco, l’ideale è una miscela a base di radice di liquirizia, foglie di ribes nero, radice di altea e foglie di melissa in parti uguali.
Oppure tisana allo zenzero: grattugiare 1-2 cm di radice fresca, estrarne il succo con uno spremi aglio poi sciogliere il succo in acqua calda. Vi si può aggiungere limone, oppure qualsiasi tipo di tisana. Lo zenzero è molto utile anche per stimolare il metabolismo, contro le malattie da raffreddamento e contro il freddo in generale.

Tisane depurative per combattere l’insonnia anche dopo pasti abbondati
Per un sonno migliore, l’ideale è una miscela di tiglio, camomilla, biancospino e passiflora.

I lassativi possono essere una soluzione per dimagrire?
Utilizzare i lassativi per dimagrire è una convinzione sbagliata, i lassativi non fanno dimagrire perché agiscono quando tutte le calorie degli alimenti sono già state assorbite dall’organismo, e hanno l’effetto collaterale di irritare la mucosa intestinale. Meglio aumentare il consumo di  fibre, anche sotto forma di cereali integrali, in chicco e verdure ricche in fibre.



1
Monica Miselli - Nutrizionista
P. IVA 02629170362 - C.F. MSLMNC67R66B918L
Poliambulatorio Privato Gamma - via Carlo Marx, 99


▶ ADERISCO A SINU Società Italiana Nutrizione


▶ ISCRIZIONE ALBO dei BIOLOGI Nr. 049460

monica-miselli-nutrizionista-cibo-alimentazione-sinu-associazione
monica-miselli-nutrizionista-cibo-sano

http://www.laviadelcuore.eu

Create a website